Vi è un nesso tra i troppi oggetti dei bambini e le difficoltà a instaurare legami affettivi stabili da adulti?

Autore: InOut

Bambini e preadolescenti vengono spesso sommersi dagli oggetti. Nel mondo occidentale, le case sono invase dai giochi e dagli oggetti dei genitori. Oggetti del campo visivo e oggetti del campo uditivo. Tablet, smartphone, televisione, una serie infinita di cianfrusaglie dal cospicuo oppure esiguo valore economico. Ogni festività diventa una buona occasione perché i genitori e la famiglia allargata portino un sacco di regali: regali di Natale, di Pasqua, per i compleanni, gli onomastici, per premiare la promozione alla fine della scuola, come saluto al rientro dalle vacanze. 

Bambini e preadolescenti vengono invasi dagli oggetti e fanno fatica a emergere come soggetti. 
Vi è qualche collegamento fra l’efflorescenza degli oggetti specifica dell’età evolutiva nella nostra società e la difficoltà a dare stabilità e costanza alle relazioni affettive e amorose in molti ragazzi e ragazze, una volta divenuti adolescenti e giovani adulti?

I commenti sono chiusi.