Autismo: Diagnosi non sempre e’ condanna

La sfida di chi lavora sull’autismo in un’ottica globale e’ anteporre il bambino al disturbo, per comprendere un tipo di funzionamento altro Magda Di Renzo, psicoterapeuta dell’eta’ evolutiva e responsabile del servizio Terapie dell’Istituto di Ortofonologia (IdO), porta la sua esperienza di 35 anni del lavoro con i bambini con…

Continua a leggere

I morsi dei Bambini

“Rientra perfettamente nella sana crescita di un bambino di due o tre anni mordere, picchiare o prendere a calci un compagno o i genitori. Circa l’80% dei morsi sono “morsichini affettuosi”, anche se a volte risultano dolorosi o lasciano tracce sulla guancia o sul braccio. J. Jull Il tema del’aggressività…

Continua a leggere

Smartphone a pranzo e cena? Aumentano i disturbi

Tre bambini su 5 usano frequentemente il cellulare di mamma e papa’. Dato che cresce al 90% tra gli adolescenti, sempre piu’ tempo connessi alla rete. Esistono 80mila App che si definiscono educative, ma non sempre lo sono”. A dirlo e’ Elena Bozzola, segretario nazionale della Societa’ italiana di pediatria…

Continua a leggere

I bambini delle mamme che lavorano

I bambini delle mamme che lavorano sono ­molto coraggiosi.Al mattino vorrebbero rimanere a casa con la mamma, ma si asciugano le lacrime e restano a giocare con la nonna. I bambini delle mamme che lavorano sono ­molto coraggiosi.Al pomeriggio vorrebbero fare la nanna con la mamma, ma si addormentano lo…

Continua a leggere

Ci dispiace, ma non è “Montessori”!

Negli ultimi anni sta avvenendo nel nostro Paese una ri-scoperta dell’opera pionieristica di Maria Montessori. Da un lato questo fenomeno è straordinariamente positivo, dato che il suo messaggio potrebbe davvero consentire quei cambiamenti nell’approccio all’educazione e alle questioni sociali necessari a risolvere molti dei grandi problemi del mondo odierno. Allo…

Continua a leggere

Chi si può considerare Adulto?

“Adulto è colui che ha preso in carico il bambino che è stato, ne è diventato il padre e la madre.Adulto è colui che ha curato le ferite della propria infanzia, riaprendole per vedere se ci sono cancrene in atto, guardandole in faccia, non nascondendo il bambino ferito che è…

Continua a leggere

I conflitti degli educatori

Abbiamo il diritto di pretendere che l’insegnante o l’educatore abbia imparato a conoscere o a dominare i propri conflitti prima di iniziare la sua opera pedagogica. Altrimenti gli allievi gli servono unicamente come materiale più o meno adatto per scaricare su di loro le sue difficoltà personali inconsce e non…

Continua a leggere

Emmi Pikler e l’educazione attiva

Secondo l’esperienza di Emmi Pikler: “Quando i bambini possono agire liberamente, osservati con attenzione ed amore, imparano a muoversi in autonomia, con fiducia, semplicità e naturalezza” Emmi Pikler condivide con Maria Montessori e con altri grandi educatori dell’altro secolo come Decroly e Korczak la formazione medica e anche l’affiliazione, l’appartenenza…

Continua a leggere

Il gioco per i bambini

“I giochi dei bambini non sono giochi, bisogna considerarli come le loro azioni più serie”. Michel de Montaigne Per i bambini il gioco è l’azione più seria del mondo. Quando i bambini giocano stanno scoprendo il mondo, stanno imparando chi sono e stanno esprimendo se stessi e le proprie capacità e…

Continua a leggere

Allevare i figli

“Allevare i figli è un’impresa creativa, un’arte più che una scienza” ha scritto Bruno Bettelheinm “un’arte delicatissima, con risvolti innati e altri lentamente acquisiti in centinaia di generazioni, con un sapere che passa, senza piena consapevolezza, dai genitori ai figli”. Nella società odierna non è facile per i genitori assumersi il…

Continua a leggere

I disegni dei bambini

Se un bambino vi regala un suo disegno, fatene un tesoro… Perchè vi sta mostrando la sua anima! Il disegno esprime aspetti della personalità di un bambino che i gesti non sono in grado di esprimere. E quando un bambino vi regala un disegno fatene tesoro, vi sta regalando la…

Continua a leggere

Domande scomode per i grandi

Perché ci dite, ci chiedete, ci pregate, a volte ci implorate di rispettare delle regole se voi siete i primi che non rispettate le vostre regole del mondo dei grandi? Vogliamo parlare, ad esempio, di come parcheggiate…? Perché ci dite di non piangere, di non arrabbiarci, di non essere tristi, di…

Continua a leggere

L’impatto del trauma Infantile

“In una stanza dove sia accesa soltanto una candela, basta una mano davanti alla sorgente luminosa per oscurare metà del locale. La stessa cosa accade con il bambino: se gli arrecate il benché minimo danno quando la sua vita è ancora agli inizi, ciò potrà proiettare in lui un’ombra su…

Continua a leggere

La Voce del Corpo

Il bambino interiorizza le sequenze delle trasformazioni del corpo che risultano dalle azioni che compie e vengono registrate nel complesso del sistema neurobiologico attraverso processi biochimici, elettrici ed ormonali registrati nel cervello e nei muscoli.Bernard Aucouturier definisce ENGRAMMI DI AZIONE queste sequenze interiorizzate, che non potranno mai essere espresse tramite…

Continua a leggere

Vi è un nesso tra i troppi oggetti dei bambini e le difficoltà a instaurare legami affettivi stabili da adulti?

Bambini e preadolescenti vengono spesso sommersi dagli oggetti. Nel mondo occidentale, le case sono invase dai giochi e dagli oggetti dei genitori. Oggetti del campo visivo e oggetti del campo uditivo. Tablet, smartphone, televisione, una serie infinita di cianfrusaglie dal cospicuo oppure esiguo valore economico. Ogni festività diventa una buona…

Continua a leggere

I Tre Gradi Di Obbedienza Secondo Maria Montessori

Noi parliamo di “volontà” come di qualcosa che implichi uno scopo da raggiungere e difficoltà da superare. Questo principio però lo applichiamo solo per gli adulti. Di certo non considereremmo “volontarie” le azioni di un adulto guidato dall’ira. Quando si tratta dei bambini invece, si pensa che le loro azioni disordinate e…

Continua a leggere